Regole di corretta “igiene visiva” nel bambino

Il termine “igiene visiva” si riferisce ad alcune precise abitudini da seguire per proteggere la vista. Fin da bambini è fondamentale seguirle poiché riducono un progressivo peggioramento del difetto visivo e risultano fattori protettivi nell’insorgenza e progressione della miopia.

Vi sono alcune REGOLE importantissime da seguire:

Mantenere una corretta distanza di lettura

Fondamentale è mantenere la corretta distanza di lettura quando si fanno i compiti, durante la lettura di un libro e quando si utilizzano dispositivi digitali come tablet e telefonino. Nei bambini è sicuramente inferiore rispetto alla distanza che deve adottare l’adulto e si aggira intorno ai 30-35cm. Questa distanza è chiamata Distanza di Harmon e ciascuno di noi può controllare in qualsiasi momento se sta leggendo alla distanza corretta.

La distanza di Harmon rappresenta la distanza che intercorre tra il gomito e la seconda nocca della mano quando stringiamo il pugno. Se appoggiamo il gomito sul tavolo ed il mento sopra la seconda nocca andremo a controllare se la distanza a cui stiamo leggendo è adeguata.

distanza visiva corretta

Illuminazione ambientale

Durante lo svolgimento di tutte le attività a distanza ravvicinata è fondamentale vi sia una buona e corretta illuminazione. Quando si studia e si effettuano delle attività che richiedono elevata concentrazione meglio preferire luce LED bianca rispetto a quella gialla, perché attiva maggiormente le cellule gangliari retiniche mantenendoci più svegli e attenti.

Esistono molti studi a partire dagli anni ’50 che evidenziano una stretta correlazione tra ambienti male illuminati e conseguente insorgenza della miopia.

 

per informazioni o prenotare un esame non esitare a chiamarci

 

Alternare visione a distanza ravvicinata e visione per lontano

(Regola 20-20-20) Soprattutto per i bambini è fondamentale non passare dallo studio allo svolgimento di altre attività a distanza ravvicinata, come videogiochi o utilizzo di smartphone e

La regola 20-20-20 consiste infatti nel prendere 20 secondi di pausa dalla lettura ogni 20 minuti e guardare alla distanza di 20 piedi (circa 6 metri).

Passare tempo all’aria aperta

Alcuni studi hanno dimostrato che trascorrere quotidianamente del tempo all’aria aperta diminuisce il rischio di insorgenza della miopia. Questo perché la Iuce solare stimola il rilascio di dopamina a livello retinico, che è un neurotrasmettitore che contrasterebbe l’aumento della lunghezza del bulbo oculare e quindi della miopia.